Le FAQ presentate qui di seguito sono solo un campionario delle richieste inoltrate con maggior frequenza da parte degli utenti; non esitate a contattarci direttamente scrivendo a info@iwamabudokai.net, telefonando al +39 366 295 06 52 o inoltrando un messaggio tramite l'apposito form della pagina Contatti.


L'aikido è uno sport come lo judo?

L'Aikido non è uno sport bensì una disciplina marziale tradizionale. Come lo judo deriva da antiche forme di lotta giapponese ma, invece di evolversi verso aspetti ludici, competitivi e sportivi, pur educativi, ha mantenuto una connotazione strettamente marziale che lo differenzia da altre forme moderne. L'Aikido prevede lo studio di tecniche a mani nude, con la spada giapponese, con il bastone e con il pugnale, nonché svariate forme applicative e di disarmo da attacchi armati.

A che età posso iniziare a praticare?

Attualmente possono frequentare l'Aiki Shuren Dojo Trieste gli adulti di entrambi i sessi ed i ragazzi e le ragazze dopo il 16° anno d'età, con il consenso scritto dei genitori.

Singoli casi eccezionali potranno venire valutati a discrezione esclusiva dell'insegnante.

Sono necessarie particolari doti atletiche?

La pratica dell'Aikido non impone particolari gesti atletici o ginnici, né è richiesta una preventiva preparazione specifica; per iniziare sono sufficienti una normale fisicità, un minimo senso dell'equilibrio e ordinaria capacità di coordinamento.

L'Aikido di per sé è adatto a tutti; non tutti sono adatti all'Aikido. Ecco perché è utile cogliere l'opportunità della prova mensile senza impegno e comprendere attraverso la pratica se l'Aikido è la disciplina che fa per voi.

Posso iscrivermi in qualsiasi momento dell'anno?

Il programma tecnico da sviluppare è molto vario ed articolato e prevede una pratica dedicata e costante. Le singole tecniche ed applicazioni vengono studiate e reiterate più volte dall'aikidoka, al fine di affinare progressivamente le proprie capacità e migliorare costantemente il proprio bagaglio tecnico. In ragione di questa peculiarità, è possibile inserirsi nel corso in qualsiasi momento dell'anno: le classi sono generalmente miste e, quasi sempre, i principianti praticano assieme agli allievi più avanzati.

Necessito di un'assicurazione? Devo procurarmi un certificato medico?

La quota associativa annuale (si rinnova ad ogni anno solare) per divenire soci dell'Iwama Budo Kai a.s.d. e, quindi, prendere parte alle lezioni ed ai corsi, comprende l'assicurazione sportiva obbligatoria per legge.

Ogni iscritto è tenuto a produrre in tempi brevi un certificato medico valido per la pratica sportiva non agonistica, pena la non ammissibilità alle lezioni di Aikido.

Per l'anno sportivo 2017-2018 è in essere una speciale convenzione con il Centro di Medicina Sportiva Benefits riservata ai soli associati Iwama Budo Kai a.s.d. al fine di poter effettuare una visita atta al rilascio del certificato medico a condizioni vantaggiose.

Info e dettagli: vedi.

Che attrezzatura mi serve per iniziare?

Nel periodo di prova mensile senza impegno è sufficiente presentarsi in dojo con una tuta ginnica ed una maglietta; la pratica avviene a piedi nudi.

Superato il periodo di prova mensile, sarà opportuno procurarsi un keikogi (o tenuta da allenamento) come quelli comunemente utilizzati nello judo o nel karate. Ne esistono svariati modelli di marche, prezzi e qualità differenti: è consigliabile consultare l'insegnante prima di procedere ad acquisti svantaggiosi.

Inizialmente l'associazione metterà a disposizione degli iscritti le armi in legno come i boken ed i jo. Successivamente il praticante potrà provvedere all'acquisto delle proprie armi, preferibilmente dopo essersi consultato con l'insegnante.

Come è strutturata una lezione?

La lezione tipo si articola su un percorso complessivo di un'ora e mezza

Nella pratica del taijutsu (mani nude), la prima mezz'ora viene dedicata al riscaldamento (aikitaiso) ed ai movimenti propedeutici e di base. L'ora successiva è riservata alla pratica vera e propria che si svolge a coppie di praticanti che invertono alternativamente il ruolo di "attaccante" (tori) e "difensore" (uke).

Nella pratica con le armi, la prima mezz'ora viene generalmente dedicata allo studio dei movimenti in solitaria come i suburi o le forme codificate dei kata, mentre l'ora successiva è dedicata allo studio delle serie di movimenti a coppie più complessi.